Caldaie Baxi Fontignani

Caldaie Baxi Fontignani ⭐ Siamo un’azienda del settore termoidraulico specializzata in Caldaie Baxi Roma. Richiedi un Preventivo.

Caldaie Baxi Fontignani - Richiedi un preventivo

Stai cercando un’azienda specializzata in Caldaie Baxi?

Caldaie Baxi Fontignani

Hai deciso di cambiare la tua caldaia, non più performante, troppo inquinante o danneggiata? Vuoi passare ad un sistema ibrido che riscaldi sia l’acqua dei rubinetti che quella utilizzata per i radiatori? Sei curioso di conoscere le differenze tra le varie tipologie di Caldaie Baxi Fontignani disponibili?

Questa guida cercherà di chiarire questi punti fondamentali, sperando di essere d’aiuto per orientare la tua scelta a seconda delle specifiche esigenze della tua abitazione o attività commerciale.

Caldaie Baxi Fontignani: una prima distinzione tra metano e GPL

La maggioranza delle Caldaie Baxi Fontignani ad oggi in attività è alimentata a gas, metano o GPL. La scelta degli impianti a gas si è resa necessaria e preferita nel corso degli anni a causa dei progressivi rincari dei costi dell’energia elettrica

Qual è la grande differenza tra le Caldaie Baxi Fontignani a metano e a GPL?

  • A metano: il metano è distribuito in modo abbastanza omogeneo sul territorio da una fitta rete di condutture. Non è necessario modificarle, nè disporre di un grande spazio per installare Caldaie Baxi Fontignani alimentate a metano. Le caldaie Baxi a metano sono dotate di una serie di accessi interni ed esterni fondamentali: per l’ingresso del metano, per l’ingresso dell’acqua, per l’uscita dell’acqua, l’uscita per il riscaldamento, per la canna fumaria che espella i fumi di scarico. Il blocco bruciatore delle Caldaie Baxi Fontignani è l’area del sistema in cui il gas viene incendiato e consente il riscaldamento dell’acqua nella caldaia, ed è composto dai bruciatori (che espellono il gas), dal sistema di modulazione della fiamma e da un pannello di controllo che determina la temperatura desiderata e i periodi e gli orari di avvio dell’impianto.
  • A GPL: il GPL è un insieme di propano e butano in forma liquida, ricavati dalla distillazione del petrolio. Per evitare fughe non individuate di gas, il GPL viene addizionato con sostanze che gli conferiscono un odore sgradevole, rilevabile anche senza attrezzature specifiche. Le Caldaie Baxi Fontignani a GPL richiedono uno spazio ampio per venire installate, perchè richiedono una bombola o una cisterna di stoccaggio del gas petrolio liquido. Inoltre, il GPL richiede di venire trasportato su gomma, su nave o tramite le ferrovie (esponendo il trasporto ad un certo rischio). Viste le difficoltà che si incontrano nella gestione di Caldaie Baxi Fontignani a GPL, vengono impiegate quasi esclusivamente in zone in cui le condutture del metano non arrivano.
  • Prezzi Caldaie Baxi Fontignani
  • Costi Caldaie Baxi Fontignani
  • Preventivo Caldaie Baxi Fontignani
  • Preventivi Caldaie Baxi Fontignani
  • Costo Caldaie Baxi Fontignani
  • Prezzo Caldaie Baxi Fontignani
  • Caldaie Baxi Fontignani
  • Caldaie Baxi Prezzi Fontignani
  • Costi Caldaie Baxi Costi Fontignani
  • Caldaie Baxi Costo Fontignani
  • Caldaie Baxi Preventivo Fontignani
  • Caldaie Baxi Preventivi Fontignani
  • Caldaie Baxi Costo Fontignani
  • Caldaie Baxi Costi Fontignani
  • Caldaie Baxi Prezzo Fontignani
  • Caldaie Baxi Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Fontignani
  • Caldaie Baxi Assistenza Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Prezzo Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Prezzi Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Costi Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Costo Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Preventivo Fontignani
  • Assistenza Caldaie Baxi Preventivi Fontignani
  • Prezzi Caldaie Baxi Assistenza Fontignani
  • Prezzo Caldaie Baxi Assistenza Fontignani
  • Costi Caldaie Baxi Assistenza Fontignani
  • Costo Caldaie Baxi Assistenza Fontignani
  • Preventivi Caldaie Baxi Assistenza Fontignani
  • Preventivo Caldaie Baxi Assistenza Fontignani

Caldaie Baxi Fontignani: il montaggio a muro o a basamento

La principale differenza tra il montaggio a muro e quello a basamento consiste nella grandezza dell’impianto.

Un impianto domestico o per una piccola attività commerciale è generalmente di piccole dimensioni, e può venire installato internamente o esternamente (dopo essere stato adeguatamente protetto) direttamente sul muro, magari racchiuso in un elemento dell’arredo come un armadio dedicato per mascherarne l’aspetto.

Un impianto di ampie dimensioni, per esempio per un condominio, un’industria o una grande attività commerciale necessita di rimanere appoggiato al suolo, e la sua installazione viene perciò definita “a basamento”. Le dimensioni di questo tipo di caldaia sono virtualmente infinite, e possono sia servire un ampio numero di persone, sia riscaldare ambienti davvero molto ampi.

Caldaie Baxi Fontignani: il tipo di tiraggio, camera aperta e camera chiusa

Per funzionare, tutte le Caldaie Baxi Fontignani richiedono una adeguata miscelazione di combustibile e di aria che continui ad alimentare costantemente la combustione.

Principalmente, esistono due tipologie di Caldaie Baxi Fontignani: quelle a camera aperta e quelle a camera chiusa. Si distinguono così:

  • Camera chiusa (o stagna): nella zona della caldaia dedicata alla miscelazione di aria e combustibile viene introdotta aria forzatamente prelevata dall’esterno tramite un sistema di tubi. Il sistema è detto “a tiraggio forzato”. Lo stesso sistema si occupa anche di espellere i fumi di scarico dell’impianto.
  • Camera aperta: in modo più semplice, l’aria necessaria alla combustione viene prelevata dalla stessa stanza in cui si trova la caldaia ed introdotta nell’apparecchio per alimentarlo. I fumi prodotti vengono veicolati verso l’alto tramite una canna fumaria. Per evitare che la caldaia a camera aperta non aspiri abbastanza aria è necessario posizionarla in un ambiente ben ventilato.

Caldaie Baxi Fontignani a condensazione e a pellet: sistemi ecologici ed efficienti

Le caldaie a camera stagna tradizionali non sono più in commercio, soprattutto per ragioni di sicurezza. Al loro posto, sono state inventate le caldaie a condensazione, decisamente più efficienti e sicure.

Nei fumi espulsi dalla caldaia è ancora presente una certa quantità di energia potenziale: la caldaia a condensazione mira a sfruttare anche questo “scarto” per riscaldare l’acqua e i termosifoni. Per questa ragione, le Caldaie Baxi Fontignani a condensazione riescono a sfruttare quasi il 100% del potere calorifero del combustibile scelto, riducendo le ore di utilizzo necessarie a scaldare l’ambiente e ottimizzando le emissioni nocive.

Un altro ritrovato della tecnologia che mira a ridurre i consumi e a garantire prestazioni più rispettose dell’ambiente sono le Caldaie Baxi Fontignani a pellet, o biomassa.

Il pellet è uno scarto compresso della lavorazione del legno, che viene inserito nella caldaia (più simile ad una stufa, in questo caso), incendiato e che riscalda l’acqua dei termosifoni e per le conduttore idrauliche. La biomassa necessaria a queste Caldaie Baxi Fontignani è economica ed ecologica, e per questo nel corso degli ultimi anni si sono sempre di più diffuse nelle case.

Caldaie Baxi Fontignani: gli impianti ad energia solare

Da molti anni si parla sempre più spesso di impianti per il riscaldamento alimentati ad energia solare. Le Caldaie Baxi Fontignani alimentate ad energia solare presentano numerosi vantaggi, specie di natura ambientale, cioè:

  • Presenza quasi continua di risorse
  • Gratuità dell’energia
  • Assoluta eliminazione delle emissioni di anidride carbonica
  • Riduzione dei costi di gestione e utilizzo, stimati tra il 60 e il 65% per il riscaldamento dell’acqua e fino al 35% per il riscaldamento degli ambienti.

Di contro, un sistema ad energia solare ha un elevato costo di installazione e non sempre può garantire il 100% delle risorse energetiche necessarie per l’abitazione (per cui viene quasi sempre integrato con un sistema tradizionale che compensi tale necessità).

Ma come funziona un sistema ad energia solare?

I collettori sono pannelli posti sul tetto dell’edificio, costituiti da materiali speciali che immagazzinano calore ed energia proveniente dal sole. Il calore viene trasferito ad un fluido, generalmente una miscela di acqua ed antigelo (che evita la cristallizzazione durante l’inverno), contenuto in uno speciale bollitore. Da lì, l’acqua riscaldata verrà inviata ai rubinetti, alle docce, alle lavatrici e agli altri elettrodomestici e, ovviamente, ai radiatori o termosifoni o sistemi a pannelli inclusi nei pavimenti.

Caldaie Baxi Fontignani: quanto durano?

Di media, il ciclo di vita di una caldaia, e dunque anche delle caldaie Baxi, si aggira intorno ai 15 anni.

Ma molti fattori possono intervenire nel buon funzionamento dell’impianto per più o meno tempo. Ad esempio:

  • Ci sono stati lunghi periodi di inattività dell’impianto?
  • L’impianto viene regolarmente revisionato?
  • È sempre stata effettuata la manutenzione ordinaria?
  • Sono stati necessari diversi interventi di manutenzione straordinaria?
  • Quando è fredda la zona geografica in cui la caldaia è installata (e quindi, in rapporto ad una caldaia installata in una zona calda, quanto tempo in più ha lavorato)?

Un chiarissimo indicatore dell’avvicinarsi del fine vita di una caldaia è uno strano rincaro delle bollette (o dei consumi di biomassa). Un impianto vecchio tende a non essere più efficiente come durante i primi anni di attività, e questo dettaglio dovrebbe insospettire l’utente che ha ammodernato l’impianto già da diverso tempo.

Caldaie Baxi Fontignani: incentivi per l’acquisto

Da molti anni lo Stato Italiano cerca di incentivare i cittadini a sostituire i propri impianti di riscaldamento, vecchi, malfunzionanti, poco efficienti ed inquinanti con soluzioni più ecologiche ed economiche.

Moltissime misure edili, idrauliche, termoidrauliche sono incluse nelle liste degli incentivi nazionali per il rispetto dei limiti di inquinamento ambientale, dalla coibentazione di muri, tetti e finestre alla sostituzione delle Caldaie Baxi Fontignani.

La procedura è generalmente gestita direttamente dal fornitore, che compila alcuni moduli  specifici, spiegando il tipo di miglioria effettuata e prevedendo una certa quota di risparmio economico e di riduzione dell’inquinamento.

Una copia di tali documenti verrà consegnata all’utente finale, che la includerà nella propria dichiarazione dei redditi annuale. Se approvata, garantirà l’accesso a sconti sulle tasse da versare all’Erario per gli anni seguenti.

Scegliere nuove Caldaie Baxi Fontignani, dunque, non è solo una scelta economica, visto che i nuovi modelli sono decisamente più performanti e consumano meno energia: è soprattutto una scelta ecologica, che viene ricompensata da queste misure di incentivo e che consente un più efficace controllo sul drammatico stato di inquinamento delle nostre città e, in ultima analisi, dell’intero pianeta.

Se prevedi di sostituire a breve il tuo impianto con nuove caldaie Baxi, fai ricerca in merito a tali incentivi. Le percentuali di sconto e di rientro dei costi vengono stabilite anno per anno con la Legge di Bilancio, cioè il documento stilato dal Governo e che prevede tutte le previsioni di guadagno e di spesa della Nazione. Consulta sempre la Legge di Bilancio dell’anno in corso per essere certo delle percentuali di rimborso stabilite.

Attualmente, per la sostituzione di un vecchio impianto con una caldaia a biomassa o a condensazione di ultima generazione, la percentuale di rimborso sfiora il 65% dei costi.

Caldaie Baxi Fontignani: la manutenzione

Per garantire un ottimo livello di funzionamento delle caldaie Baxi, è consigliata una scrupolosa e periodica verifica della funzionalità.

Ogni caldaia ha un periodo di frequenza consigliato per i controlli: più l’impianto è vecchio, più frequentemente è necessario effettuare la manutenzione periodica.

Tutte le informazioni riguardo la periodicità dei controlli da eseguire sono segnalate nel libretto di istruzioni e sono sempre reperibili presso il produttore del sistema.

La manutenzione ordinaria si basa su due verifiche principali: la manutenzione ordinaria (pulizia dei bruciatori, verifica dello stato di sicurezza, verifica del funzionamento corretto) e la verifica dei fumi (cioè un’analisi sui fumi di scarico dell’impianto, che forniscono informazioni sulle emissioni e sul mantenimento di un basso livello di inquinanti).

Non tutti i fornitori di caldaie effettuano la manutenzione ordinaria sugli impianti; in altri casi, invece, nel servizio generale è previsto anche questo tipo di verifica periodica.

In assoluto, però, la verifica deve essere eseguita da tecnici specializzati ed autorizzati, ai sensi delle norme ad oggi vigenti.

Esistono precise tabelle che regolano i tempi di controllo dei fumi di scarico della caldaia:

  • Impianto di potenza tra i 10 e i 100 kW a combustibile liquido o solido: ogni 2 anni
  • Impianto di potenza tra i 10 e i 100 kW a metano o gpl: ogni 4 anni
  • Impianto termico di potenza superiore a 100 kW a combustibile liquido o solido: 1 anno
  • Impianto termico di potenza superiore a 100 kW a metano o gpl: 2 anni

È inoltre da sottolineare come chi non effettua la manutenzione ordinaria può incorrere in multe anche molto salate, addebitate a seguito di controlli a campione. La cifra di tali multe è inclusa tra i 500 e i 3000 euro per apparecchio non revisionato.

I costi della manutenzione ordinaria (verifica del funzionamento e controllo dei fumi) sono addebitati a chi effettivamente beneficia dell’impianto, cioè l’inquilino.

La manutenzione straordinaria in caso di guasti o la sostituzione dell’impianto è invece da addebitare al locatario e proprietario dell’immobile.

Generalmente, la verifica periodica ha un costo di circa 70/80 euro. La verifica dei fumi, da effettuare secondo i parametri espressi, ha un costo che si aggira tra i 100 e i 200 euro.

Molto dipende dal tipo di impianto, dalla sua età, dalla scelta del tecnico (se interno all’azienda fornitrice o esterno) e dalla zona geografica in cui si effettua l’intervento.

Tutte le informazioni relative a precedenti controlli effettuati sulle Caldaie Baxi Fontignani sono presenti nelle schede dedicate alle revisioni del libretto della caldaia, fornito con l’installazione, aggiornato ad ogni controllo e divenuto obbligatorio per ogni impianto dal 2014.

Il libretto della caldaia non raccoglie solo i dati relativi alle precedenti verifiche, ma anche tutti i contatti dell’azienda produttrice, installatrice e manutentrice, quindi ti sarà facile valutare la necessità di un controllo e prendere contatto con l’azienda al bisogno.

Dicono di noi

Professionisti del settore! Hanno riparato

Professionisti del settore! Hanno riparato la mia caldaia Baxi in poche ore facendomi spendere il giusto

Giovanni

Consigliati! I migliori nelle Caldaie

Consigliati! I migliori nelle Caldaie Baxi a Roma

Silvana

Staff preparato e cordiale

Staff preparato e cordiale

Filomena

Stai cercando un'azienda specializzata in Caldaie Baxi?
Compila il modulo o chiamaci

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Si legga l'informativa sulla privacy*
Privacy*

Link utili

YouTube

Wikipedia: Una definizione dell'argomento data dalla famosa enciclopedia on line



Caldaie Baxi Roma ⭐ Siamo un'azienda del settore termoidraulico specializzata in Caldaie Baxi Roma. Richiedi un Preventivo.